Vicine scadenze


"La linea veneto-friulana si sta infatti avvantaggiando sulla vecchia linea lombarda per il fatto di essere più rapida a trapiantare nel grigio d’ordinanza perentorie sortite verticali nel sublime: questo significa scrivere alla soglia di Zanzotto, della luce bianca di Mario Benedetti, delle luci ‘coatte’ di Villalta."
Così scriveva Fabio Zinelli nella recensione a Vicine Scadenze (Editrice Zona, 2004, prefazione di Antonio Turolo) apparsa nel numero 32-33 del 2005 della rivista "Semicerchio". La recensione per intero si può leggere qui.

Vicine scadenze è da tempo fuori commercio. Nella casa dei miei genitori ho trovato uno scatolone che conteneva anche una ventina di copie di questo libretto d'esordio. Se a qualcuno interessa una copia omaggio mi scriva una mail: venti copie bastano e avanzano (from here to eternity e from her to eternity).

La foto di copertina è di Nicola Giuliato.

Commenti